Federazione Coldiretti Novara

Informazioni generali sul territorio della Provincia

La Struttura Coldiretti:

Sistema Servizi Coldiretti:

Link consigliati da Coldiretti:

Le Federazioni Provinciali Coldiretti:

Ricerca nel sito Coldiretti:


Area Riservata:

Utente

Password

Home > Coldiretti Novara > News & Eventi

News & Eventi

Informazioni Coldiretti

N. - 31/10/2018

MALTEMPO

Sulle alpi ossolane è arrivata persino la prima neve. Ma per il resto, l’inizio della settimana ha marcato un bollettino pesante di pioggia violenta e vento fortissimo, con smottamenti isolati che stanno rendendo difficoltoso il raggiungimento di diverse imprese agricole, specie nelle aree montane.
Intanto, i corsi d’acqua continuano a scendere in pianura sono stracolmi, compresi i fiumi Ticino e Sesia: a valle, il livello idrometrico del fiume Po è già salito di 5 metri nelle ultime 48 ore secondo la rilevazione al Ponte della Becca e su tutta l’Italia si abbatte il maltempo in un autunno secco in cui a settembre sono cadute addirittura il 61% in meno di precipitazioni rispetto alla media storica, con i terreni secchi che amplificano il rischio idrogeologico.

Nelle province di Novara-Vco il Lago Maggiore anche ieri è cresciuto di circa 3 cm all’ora ed il Po, già a valle della confluenza con il Sesia, ha raggiunto anch’esso il livello di guardia.
In tutto il Piemonte si sono registrate forti piogge e vento con alberi sradicati e allagamenti.
A più riprese, il vento forte ha provocato danni alle strutture: danneggiate anche le serre, mentre ci sono coppi caduti dai tetti di diversi cascinali.
La forte acqua che si è riversata sul territorio dopo un mese di ottobre secco ha trovato terreni induriti che, quasi ovunque, non sono riusciti ad assorbirne l’urto e che, di conseguenza, si sono allagati. Ora si temono ripercussioni per la crescita delle piantine di frumento e degli altri cereali autunno-vernini” commenta Sara Baudo, presidente di Coldiretti Novara Vco.

“Quanto sta avvenendo conferma la tendenza alla tropicalizzazione per effetto dei cambiamenti climatici in atto che si manifestano con elevata frequenza e attraverso eventi estremi” aggiunge il presidente.
“La caduta di rami ed alberi deve far riflettere anche le amministrazioni che si occupano della manutenzione del verde pubblico: troppo spesso vengono realizzate aree verdi senza una adeguata scelta in base al clima ed al terreno. In questi giorni i nostri tecnici continuano a monitorare la situazione in modo tale da poter, se necessario, intervenire con azioni mirate e tempestive”.

Stampa

contatta: novara@coldiretti.it

Federazione Interprovinciale Coldiretti Novara-VCO
Via Ravizza 11-13 - 28100 NOVARA
Tel. +39.0321.674211- Fax +39.0321.674200